Home Creta
Quick Search Form
Flight Search
Depart from:
Departure date:
Arrive at:
Return Date:
Adults
Advanced search
Powered by TravelStoreMaker
Creta
Fasce orarie

Tutta la Grecia è nella stessa fascia oraria dell'est europeo, cioè è di un ora avanti rispetto alla Grecia. L'ora si cambia in estate di un'ora indietro e dal 1997 i cambiamenti si effettuano negli stessi giorni del resto d'Europa. Di conseguenza la differenza di un ora resta costante.


Linguaggio

Negli ultimi dieci anni è stato notato un notevole incremento della conoscenza della lingua inglese parlata e un po’ meno della lingua italiana da parte dei greci. Non è più necessario, quindi, neanche avere una benchè minima conoscenza della lingua, per conversare, ma un tentativo di parlare in lingua greca è sempre ben accetto e per questo riportiamo alcune delle parole usate più comunemente    

buongiorno = kalimèra             Come stai = ti kànis

buonasera = kalispèra              molto bene = poli kalà

buonanotte = kalinìchta            e tù? = ke essì?

ciao = jàssu                             Sono di... = ìme apo...

Addio = addio                          non capisco=den katalavèno

no = òchi                                 Statti bene=sto kalò

si = nè                                    buon viaggio = kalò taxìdi

per favore/prego = parakalò                 io = egò

mi scusi = signòmi                    tu = essì

grazie=efcharistò                       lui-lei-questo=aftos-afti-aftò



Il vino di Creta

Creta è un'isola di sole e mare ma anche la dimora di Dionisio, dio del vino. In mitologia Dionisio sposa Arianna, la figlia del re Minos, portando a Creta l'arte di preparare il vino. Creta fu uno dei primi posti, nei tempi antichi, a cominciare la tradizione di coltivare uva per la produzione di vino e la cantina più antica al mondo è stata trovata a Creta. Nei tempi antichi il vino cretese aveva fama di essere eccellente e veniva esportato in tutto il mondo. Moltissime anfore con il marchio "Vinum Creticum Excellens" sono state trovate a Roma, Lione, Atene, Egitto e Corinto. Il vino viene menzionato anche negli antichi scritti di Omero, Pausania ed Euclide ed in molti altri antichi testi europei, perfino nelle opere di Shakespeare. Durante l'età Bizantina ed il Medioevo non c'era solo il vino cretese in generale ma anche dei tipi specifici di vino come il "Malvuasia" che diventò molto famoso. L'italiano Buondelmonti, nel 15o secolo, catalogò l'esportazione di 20.000 botti di vino cretese. Comunque, nel 19o secolo molte vigne furono distrutte nelle battaglie tra i Turchi ed i Greci.

Per 2000 anni il vino, che era ad alto contenuto d'alcol, pieno di aroma e sapore, è sempre stato una parte integrante della dieta quotidiana greca. Anche oggi, grazie al sole, l'uva di Creta, cresciuta in vigneti di stile tradizionale, produce alcuni eccellenti vini rossi e bianchi e l'intera isola da sola ha 1/5 della produzione totale di vini in Grecia. Vini come il "Mandilari", "Kotsifali" e "Liatiko" (che è il successore dell'antico Malvuasia) sono tra i migliori vini rossi cretesi e vengono prodotti nelle zone intorno Archanes, Peza e Daphnes, vicino ad Iraklio e Sitia, in quantità più piccole, i vini bianchi "Viliana" e "Romkios" sono prodotti per lo più nelle aree intorno ad Iraklio e Kissamos. "Marouvas" è un vino dolce e viene dalla zona intorno a Chania. In un mondo dove sempre più spesso ci sono meno tipi di uva che producono grandi quantità di vini, è rassicurante sapere che in Grecia c'è una più vasta scelta di uva che produce una ricca selezione di vini buoni.


Curiosita'di Creta

Più si mangia fuori a Creta, particolarmente in compagnia di gente del posto, più farete caso che al momento di pagare il conto questo non viene suddiviso tra i commensali; i cretesi trovano che questa sia una pessima abitudine ed i greci l'hanno soprannominata "alla tedesca" (a Roma si dice, per esempio, "alla romana").

Comunque, piccoli oboli sono ben visti, sia per la vecchia signora del paese, custode delle chiavi della chiesa, che per il prete che sarà felice di vedervi in chiesa. In questo caso non dovrete mai dare dei soldi direttamente al prete ma lasciarli nell'apposito contenitore all'entrata della chiesa.Per quanto i Greci possano sembrare vestiti in modo casual per tutti i giorni, quando vanno in chiesa danno molta importanza a quello che indossano, le regole morali sono osservate strettamente. Per chiunque visiti chiese, magliette senza maniche, pantaloncini corti ed abiti da spiaggia sono severamente proibiti, in molti Monasteri e chiese non vi sarà permesso di entrare se non sarete "appropriatamente" vestiti. Si consiglia, infine, di portare pantaloni lunghi, un maglione od uno scialle per coprire le spalle, se vi trovate in una gita turistica dove sono incluse delle chiese. Avendo in mente le regole per il vestire, se siete invitati in una casa privata a Creta, non presentatevi mai in pantaloncini corti o sandali, come di solito ama vestire il cretese. Lo stesso vale quando uscite, con gente del posto, la sera. I cretesi hanno, come tutti i Greci, un modo diverso di concepire i vari orari dell'arco della giornata. Se avete un appuntamento nel "pomeriggio", al più presto sarà alle 6 p.m.! Per i Cretesi, la cena comincia non prima delle 9 p.m. Inoltre nessuno penserà male se voi chiamate a casa alle 10 di sera. Comunque, il tempo della "siesta", tra le 3 p.m. e le 5 p.m. è sacro. Durante la siesta è maleducazione disturbare ed è, come dicono qui, "da tedeschi".




Clima

Creta è uno dei posti più meridionali d’Europa, essendo situata a sud delle città nordafricane di Tunisi ed Algeri. L’isola gode di oltre 300 giorni di sole all’anno, ottenendo così il record europeo in questo campo. Durante i caldi mesi estivi l’afa è mitigata dalle brezze del “Meltemi” che spirano dalla costa settentrionale, nel periodo primaverile si assiste invece ad una vera e propria “esplosione” di fiori selvatici, che rendono l’isola un luogo incantevole da ammirare ed esplorare con tutti i sensi.

L'inizio del cambio di stagione dopo i lunghi e secchi mesi estivi si avverte tra ottobre e novembre e segna l’inizio dell’inverno. Questi mesi possono comunque offrire periodi con giornate calde e soleggiate.

Mese

Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov
Temper. di giorno 17C 20C 24C 28C 29C 29C 27C 24C 21C
Temper. di notte 10 12C 15C 19C 21C 22C 19C 16C 14C
Ore di sole 6 8 10 12 13 12 10 6 6
Giornate nuvolose 8 4 2 1 0 0 2 6 6
Temper. dell'acqua 16C 16C 19C 22C 24C 25C 24C 23C 20C

Geografia e storia  naturale

Creta è la quinta isola più grande di tutto il Mediterraneo, con una superficie emersa di circa 8331 mq. Misura 255 km in lunghezza e varia tra i 12 ed i 56 km in larghezza. Sull’isola si trova un punto da cui è possibile osservare sia il Mar Cretese che il Mar Libico. L’isola è divisa in quattro regioni amministrative, conosciute come “nomos”: Chania ad ovest, Rethymno ed Heraklio nel centro e Lassithi ad est. Il bellissimo paesaggio cretese è molto montuoso con grandi gole, grotte ed altopiani. Vi sono quattro sistemi centrali: i Monti Ida al centro (2456 m di altezza), Lefka Ori o Montagne Bianche (2452 m di altezza) ad ovest, i Monti Dikti (2148 m di altezza) e i Monti Sitia (1476 m di altezza) ad est.

Per gli amanti delle escursioni esistono tantissimi percorsi montani, molti dei quali resi ancora più interessanti da una grande varietà di alberi e cespugli e dalla presentza di altopiani verdeggianti e pianure da cui ammirari splendidi panorami.

Oltre le imponenti e spettacolari catene montuose dell’isola si aprono meravigliose aree costiere di simile bellezza. Su un totale di 1047 km di costa, 155 km sono occupati da spiaggie, la maggior parte delle quali si trova nella parte settentrionale dell’isola, a sud, invece, la costa è punteggiata di baiette ed insenature: il luogo ideale per nuotare. Sulla  costa settentrionale si aprono incantevoli baie, tra le quali le famose Kissamos, Souda, Almiros, Malia, Mirabello e Sitia. La magnifica Baia di Souda è il più grande porto naturale del Mediterraneo. La più spettacolare gola cretese è invece quella di Samaria che, con i suoi 18 km di lunghezza, è la più ampia gola d’Europa. Su un totale di 3000 grotte sparse in tutta l’isola, le più famose sono sicuramente quelle del Monte Ida e del Monte Dikti, soprattutto grazie alle ricche scoperte archeologiche che sono state effettuate in questi luoghi.

La flora e la fauna cretesi sono rinomate per la loro varietà: gli importanti cambiamenti climatici e geologici che si sono succeduti nel corso di milioni di anni hanno profondamente modificato la vegetazione e la fauna dell’ isola, con il risultato che, oggi, vi sono diverse specie che si possono trovare esclusivamente a Creta. Quando si giunge a Creta si è subito colpiti dall’azzurro del Mar Mediterraneo e dai bellissimi panorami da cartolina e dall’ipnotizzante color verde-argentato degli ulivi, che sono cresciuti spontaneamente dove un tempo torreggiavano cipressi e foreste di conifere. Creta è il luogo ideale per gli amanti della natura, con la sua ricchezza di fiori, erbe aromatiche, piante ed alberi.


La bandiera blu  Europea

In seguito alla proclamazione dell'Anno dell'Ambiente (1987), la Fondazione dell’ Educazione Ambientale Europea (FEAE) ha dato il via ad un programma che ha il preciso scopo di assicurare e tutelare la pulizia delle aree costiere. Il programma, denominato "La Bandiera Blu Europea", viene seguito con successo ormai da diversi anni e ed è stato adottato da 18 diverse nazioni. Ogni paese ha un proprio rappresentante nazionale che collabora con il Ministero dell'Ambiente. La Bandiera Blu viene assegnata ogni anno a quelle spiaggie e porticcioli che rispettano i severi standard del programma. La Grecia ha fatto dei notevoli passi avanti in questo campo se si considera il fatto che nel 1987 soltanto 6 spiaggie avevano ricevuto il diritto di sfoggiare la Bandiera Blu, mentre quindici anni più tardi, nel 2002, 354 spiaggie e 5 porticcioli sono stati premiati con questo importante riconoscimento. Sull’isola di Creta sventolano un totale di 76 Bandiere Blu Europee. Per ricevere il riconoscimento della Bandiera Blu le aree costiere devono rispondere ai seguenti requisiti:

1.             Regolari test sulla qualità dell'acqua di mare

2.             Buoni servizi ed attrazioni sulla spiaggia

3.             Sicurezza per i nuotatori

4.             Diffusione di informazioni di carattere ambientale ed educativo

CRETA:PARADISO DELL’EGEO

A Creta si alternano strati diversti di storia. Nella antica mitologia greca si trovano molti riferimenti all’isola, che è famosa per i aver dato i natali al dio Zeus e per essere stata la patria dei micenei, un’avanzatissima civiltà che si sviluppo’ più di 4000 anni fa. I palazzi di Cnosso, Festo e Malia, dimore di re micenei, rappresentano il fulcro dello sviluppo raggiunto da questa misteriosa civiltà. A Creta si trovano altri siti risalenti al periodo classico, bizantino, romano antico, veneziano ed ottomano ed al più recente periodo della seconda guerra mondiale. Chiunque ami la storia sarà felice di strascorrere l proprie vacanze tuffandosi nella ricca storia cretese. L’isola presenta paesaggi talmente  diversificati in tutta la sua estensione di 300 km che è quasi impossibile non trovare panorami sempre nuovi ed affascinanti: imponenti montagne innevate, spiaggie alberate, pianure fertili e favolose gole montane. A Creta l’acqua abbonda, così come abbondano frutta, verdura, pesce, vino e, naturalmente, anche i buonissimi yogourt e le diverse varietà di miele che sono famose in tutto il mondo. Il clima mediterraneo è il clima ideale per ogni tipo di vacanza e dà la possibilità di nuotare in mare per circa otto mesi l’anno.

La ricca campagna che si estende sulle montagne affascinerà chiunque ami camminare, così come saprà fare il lato storico dell’isola, con le sua ampia scelta di bellissimi monasteri e siti archiologici, alcuni risalenti a 5000 anni fa. Un’ultima cosa da non tralasciare: il calore e l’ospitalità del popolo cretese. Creta potrebbe diventare per Voi, come lo è stato in precedenza per molti altri turisti, un posto speciale ed indimenticabile da visitare ed esplorare vacanza dopo vacanza.